INTERVISTA  a

GRADOSEI DESIGN STUDIO

1) Come e quando nasce la vostra passione per il design e/o per il vostro lavoro?

La passione per il design affonda le sue radici molto indietro nel tempo: nella crescita, nei percorsi individuali e professionali di ciascuno di noi. L’amore per il design che ci accomuna  raggiunge il suo culmine nel 2012, con la nascita deI nostro studio Gradosei avvenuta grazie all’unione di un team di designers provenienti da diverse specializzazioni nel campo della progettazione e della comunicazione ma con forti ideali ed obbiettivi comuni. Movimento, evoluzione, condivisione e apertura mentale. Per noi il design è saper mettere in discussione, è stimolo continuo di ricerca ed equilibrio tra emozione e ragione.


2) Qual è stato il vostro percorso formativo?

Ciascuno di noi proviene da una formazione comune nel campo della progettazione per poi sviluppare e differenziare le nostre competenze in ambiti specifici, permettendo allo studio di operare in settori che spaziano dal design del prodotto alla comunicazione visiva, direzione artistica e illustrazione fino alla computer grafica.

 

3) Cosa consigliereste a chi volesse intraprendere la vostra professione e/o attività

A tutti coloro che amano il design e vogliono farne la loro professione, consigliamo di essere costantemente curiosi, di prendere ispirazione ogni giorno da quello che vi circonda, dalle persone con le quali interagite. Una conversazione, un problema condiviso, una forma particolare…tutto è ispirazione se si sa osservare!

 

4) Cosa amate di più del vostro lavoro?

L’enorme apertura mentale che comporta perché per “creare” bisogna prima conoscere, imparare e sapersi mettere in discussione.

 

5) Cosa, invece, non vi piace?

Non amiamo l’ignoranza, la mentalità ottusa e chi giudica senza prima conoscere. Non amiamo coloro che, semplicisticamente, descrivono il nostro lavoro solo come un contributo di stile estetico. La professione del designer è molto di più: dietro alla progettazione di un tavolo o di una “semplice” brochure, c’è ricerca e studio, scelte tecniche e funzionali, strategie di marketing, di comunicazione e tanto altro ancora. Chi fa design ( che significa “progettazione”) non abbellisce ma trova soluzioni. Soluzioni che siano in grado di raccontare il proprio valore estetico e funzionale.

 

6) C’è qualcuno in particolare che ammirate e da cui traete ispirazione

L’ispirazione, come abbiamo già detto, arriva da chiunque e da qualsiasi cosa, bisogna saperla cogliere. Ovviamente, per un designer è imprescindibile l’informazione ( e non solo per un designer) perché per “creare” e per “costruire” bisogna prima conoscere.

 

Come diceva il grande maestro Bruno Munari:

“Saper vedere in modo più profondo ed immaginativo significa saper pensare con maggiore elasticità e libertà. Saper vedere anche con gli occhi degli altri educa alla tolleranza, allarga i confini fisici e quelli della mente.”

 

7) Qual è il prodotto che avete disegnato/realizzato e al quale siete maggiormente legati?

E’ come chiedere ad una madre a quale figlio vuole più bene. Siamo affezionati a tutti i nostri progetti, ciascuno a modo suo racconta una storia, descrive un luogo, trasmette un’emozione e diventa per noi il ricordo indelebile di un determinato periodo.

Il tavolo “Dedalo” è uno di questi, progettato per Formabilio, è diventato in poco tempo il BEST SELLER dell’ Azienda.

 

8) Quali sono i vostri progetti futuri?

Continuare ad accrescere all’interno di Gradosei un approccio interdisciplinare alla progettazione. Abbiamo molti progetti in ballo che stanno prendendo forma. Da poco, inoltre, abbiamo lanciato, come direttori artistici, un nuovo brand di design: Offiseria, nato dalla proficua collaborazione con un’ azienda e l’unione di più realtà professionali completamente made in Italy: dagli artigiani ai designer.

 

9) Qual è il vostro motto?

Ben fatto è meglio che ben detto”

 

10) Tre parole per definire 3F MAGAZINE TENDENZE

Informazione, curiosità e innovazione.


Come trovarli?

contatti


Gradosei - Rome, Italy

www.gradosei.com

info@gradosei.com

 www.facebook.com/Gradosei 

www.twitter.com/gradosei